POMPEI: Il cavallo bardato

Rispondi
Avatar utente
tigranes
Vigintivir
Messaggi: 39
Iscritto il: 09/08/2018, 8:59

POMPEI: Il cavallo bardato

Messaggio da tigranes » 05/01/2019, 13:50

Il recente ritrovamento merita di essere segnalato, soprattutto per la grande povertà di reperti militari Romani nel nostro Paese.
Al di là degli strafalcioni di molti media (es: "...il cavallo bardato del comandante della Legione di Pompei" :shock: :lol: ), il sito web ufficiale degli Scavi ha pubblicato tutte le foto dei reperti, compresi gli straordinari particolari della sella militare.

http://pompeiisites.org/comunicati/scop ... -giuliana/

Avatar utente
Caecilius Optatus
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 72
Iscritto il: 25/07/2018, 16:08
Località: Milano

Re: POMPEI: Il cavallo bardato

Messaggio da Caecilius Optatus » 05/01/2019, 16:06

La notizia è incredibile, ogni giorno Pompei regala qualcosa.
C'è da pensare a cosa emergerebbe da Ercolano se la parte della città antica tuttora coperta dalla lava fosse "scoperchiata" (previo spostamento della città contemporanea che vi sorge sopra).
Mi sorgono alcune domande : uno dei cavalli era sellato, per cui in procinto di essere mosso (con il morso addirittura, il che significa pronto per essere montato).
Curioso chiedersi dove aveva intenzione di andare il padrone : forse fuggire ?
Interessante anche capire se la sella - ricostruita dal Connolly con maestria - era di tipo militare ma adoperata anche dai civili, o se il solo tipo di sella conosciuto era identico a quella militare (la sola, ad oggi, se non erro, che sia stata studiata anche sulla base di frammenti).
Mi chiedo infatti quale fosse il militare di stanza a Pompei in un'abitazione privata (a parte il comandante della Legione pompeiana !!! :lol: ).
Da ultimo, dal calco emerge una stazza "imponente" del cavallo sellato (così dicono gli archeologi); viene da chiedersi quali siano le misure al garrese del cavallo, posto che secondo gli studiosi (specie di res militares) i cavalli adoperati dai Romani per la guerra erano di stazza bassa (circa 1.60 al garrese, forse qualcosa di più).
Se si riuscisse a capire la dimensione dei cavalli scoperti, si potrebbe fare qualche ipotesi sulle cavalcature (italiche ?).
Il fatto di non avere ancora le staffe (che peraltro erano note) non è un problema, dal momento che la sella era studiata apposta per mantenere il cavaliere in un assetto quasi perfetto, senza bisogno di puntellarsi sulle staffe.

Avatar utente
Publius Metilius
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 37
Iscritto il: 25/07/2018, 18:16
Località: Roma

Re: POMPEI: Il cavallo bardato

Messaggio da Publius Metilius » 18/01/2019, 18:39

Tanto per curiosità: qualcuno di voi, fratres, sa se le celebrazioni dell'October Equus venivano svolte esclusivamente nell'urbe o se c'è qualche testimonianza che venissero svolte anche nelle colonie e nei municipi? ;)

Avatar utente
Caecilius Optatus
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 72
Iscritto il: 25/07/2018, 16:08
Località: Milano

Re: POMPEI: Il cavallo bardato

Messaggio da Caecilius Optatus » 18/01/2019, 19:53

Caro Met,
la tua domanda è di quelle che fanno fuggire a gambe levate coloro che hanno qualche remora ad affacciarsi alla romanità .... ;)
Penso sia stata celebrata solo nell'Urbe, ma adopero volutamente il <<penso>> per mancanza, al momento di dati più specifici.
Il De Ruggiero, nel Dizionario epigrafico di antichità romane, alla Voce <Equus>, asserendo <Equus ad nixas fit>, specifica che così nei Fasti di Philocalus è indicata al 15 ottobre "...un'antichissima festa celebrata in quel giorno a Roma in onore di Marte .... era di rendimento di grazia a Marte per la ultima guerra combattuta nella estate e di espiazione per sangue versatovi...".
Dato che i resoconti menzionano la festa nell'Urbe, più che qualche testimonianza - di cui sono totalmente iall'oscuro, ovviamente - bisognerebbe chiedersi se esiste menzione di applicazione nelle colonie (direi in queste ultime più che nei municipi, trattandosi di una festa arcaica) di riti festivi appartenenti all'urbe.
Questo francamente non lo so (specie in età repubblicana).
Vale :)

Avatar utente
Publius Metilius
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 37
Iscritto il: 25/07/2018, 18:16
Località: Roma

Re: POMPEI: Il cavallo bardato

Messaggio da Publius Metilius » 20/01/2019, 13:27

Eh eh eh, la mia era in effetti in parte una provocazione e in parte una boutade, sulla scorta di alcuni particolari e in correlazione col topic su cui ci siamo occupati dello spostamento cronologico - ormai sembra piuttosto probabile - dell'eruzione pompeiana dalla fine di agosto all'autunno. In effetti, il sacrificio del cavallo in onore di Marte nel corso della festività dell'October Equus avveniva - appunto - alle idi di ottobre; Polibio specifica che la vittima era un cavallo da guerra (e quindi presumibilmente era bardato come tale); il sacrificio veniva eseguito all'esterno del pomerium, e la grande villa suburbana in cui sono stati rinvenuti i cavalli è situata fuori delle mura della città, quindi forse anche fuori del pomerium; Pompei era colonia romana dall'80 a.C.
E' strano che qualcuno come Giacobbo o l'esperto che ha parlato della Legione di Pompei non abbiano pensato a ricavarne uno scoop sulla datazione dell'eruzione esattamente pridie idus Octobres... :lol:

Rispondi